Stagione davvero brutta. 

Poco tempo, problemi, zero motivazione, condizioni di neve di merda. Proviamo questa Lesache con il suo canale nord est. 


Dettagli e descrizione GITA:

Quota di partenza : 1730m

Quota vetta : 3020m

Dislivello complessivo : 1290m circa

Difficoltà : 3.1 E2

Esposizione: nord est

Periodo consigliato: dicembre-aprile 

Descrizione itinerario Lesache

Canale caratteristico ed evidente, divertente alternativa alla pur bella via normale. Volendo, anzichè mirare alla vetta, si può puntare al colletto in cima al canale (2900m).
Pendenza max 40-42° in uscita e in corrispondenza di una strozzatura, altrimenti mediamente 35-38°. Dislivello 350 m il solo canale.

Dal parcheggio a 1730m seguire tutte la tracciona per la salita al Mont Fourchon, quando questa inizia a scendere per attraversare il vallone, alzarsi verso ovest fino a raggiungere la strada estiva che porta al Passo del Gran San Bernardo.
Seguirla fino all’alpe Praz d’Arc, deviare quindi verso sinistra ed iniziare a salire ora in modo più evidente fino a raggiungere le Alpi Praz de Farcoz (2220m).
Continuare in direzione della normale della salita all’Aiguille de Lesache, a quota 2450 circa piegare a sx e imboccare l’evidente canale e percorrerlo interamente. Cinquanta metri prima del colletto, piegare a dx e per pianori portarsi fin sotto la vetta che a seconda della neve può essere raggiunta sci ai piedi o con ramponi. Discesa per lo stesso itinerario.

By www.gulliver.it 


Meteo del giorno

Cielo sereno, irregolarmente nuvoloso dal pomeriggio.

Venti moderati con rinforzi sulle cime e creste

Zero termico a 2600m nelle ore centrali. Isoterma -10 a 4100m

Innevamento nella media stagionale fino a 2500m, al di sotto della media in quota.

Pericolo valanghe: 2

Situazione neve in cm (versanti sud-nord) in discesa

– 1500m:      0-20    primaverile

– 2000m:      0-80     primaverile

– 2500m:     50-200  primaverile

– 3000m:     100-200  primaverile/ventata


Lesache canale Nord Est

Vediamo di risollevare con qualche gita la stagione tra le peggiori di sempre. La Lesache è una classica della zona che ho sempre voluto fare, colgo l’occasione per prenderla al volo con Giuseppe e i suoi amici. 

Arrivati al park sopra SaintRhemy è già pieno, ma del resto è una zona molto molto frequentata. Ci prepariamo e iniziamo a risalire la solita via diretta al fondo del vallone del G.S. Bernardo che passa sotto allo snodo del tunnel e si ricollega alla strada estiva, coperta ancora parzialmente di neve. 

Seguiamo il vallone su neve dura ben rigelata, ma non  metto i coltelli grazie al generoso scalino della traccia, il sole tardo primaverile si fa sentire e mi metto in maniche corte, molto piacevole salire così, mi fermo spesso a fare foto grazie a una bella luce, coadiuvata da nuvolette qua che rendono ancora più interessante il panorama. Giornata climaticamente fantastica. 

Raggiungiamo le prime rampe ripide di accesso ai pianori superiori, la traccia è bella, gli skialp che ci hanno anticipato sono dei missili, alcuni dei quali penso siano già in cima. La rampa principale devia a sinistra guardando la testata della valle, sembra breve a vederla così ma in realtà ci metto un bel po’ di tempo a risalirla con infiniti zig zag e poi, tutto cambia. Si apre un gigantesco plateau, che apre la vista, da attraversare per arrivare alla cima che è sulla sinistra, una prominenza non troppo importante vista così, mentre è decisamente più estetica vista dal Furchon.

Il vento nel frattempo ha rinforzato e mi devo vestire parecchio e di colpo, pile e guscio con guanti e cappello. In un’altra mezz’oretta raggiungo la cima, bestemmiando un po’ con gli ultimi traversi duri e scivolosi, il vento è forte e non sosto molto facendo le solite foto di rito, scendo qualche metro per togliere le pelli e prepararmi. 

La discesa è piuttosto noiosa, la prima parte piatta fino all’accesso del canale, dentro il canale le curve non mi hanno entusiasmato molto, inoltre era già bello tritato e sebbene la neve sia addirittura polverosa vado in crisi con la solita manovrabilità di merda della Furberg. Ho deciso la vendo. Riesco a fare solo qualche bella curva alla fine, la situazione migliora dopo il canale con neve trasformata il giusto anche se la pendenza va a scemare sempre di più.

Rientro alla macchina ancora piuttosto comodo con solo un paio di brevi tratti senza snow.

 

DSCF3573

DSCF3574

DSCF3578

DSCF3579

DSCF3580

DSCF3585

DSCF3590-Pano

DSCF3591

DSCF3592

DSCF3595

DSCF3596

DSCF3601-Pano

DSCF3601-Pano111

DSCF3602

GH018361-MP4-snapshot-00-09-2019-04-21-21-38-35

GH018361-MP4-snapshot-00-09-2019-04-21-21-38-59

GH018361-MP4-snapshot-00-23-2019-04-21-21-38-20

GH018362-MP4-snapshot-00-27-2019-04-21-21-37-33

GH018362-MP4-snapshot-00-28-2019-04-21-21-37-40

GH018363-MP4-snapshot-00-26-2019-04-21-21-35-48

GH018363-MP4-snapshot-00-39-2019-04-21-21-36-31

GH018364-MP4-snapshot-05-02-2019-04-21-21-42-45

GH018364-MP4-snapshot-05-07-2019-04-21-21-42-56

GH018365-MP4-snapshot-00-25-2019-04-21-21-40-12

GH018365-MP4-snapshot-00-26-2019-04-21-21-40-21

GH018366-MP4-snapshot-00-20-2019-04-21-21-41-30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *