Gran Guglia Nordest

Portiamo i milanesi sulla Gran Guglia, in cerca disperata di powder


Dettagli e descrizione GITA:

Quota di partenza : 1500m

Quota vetta : 2810m

Dislivello complessivo : 1310m

Difficoltà : 4.1 E1

Esposizione: nord est

Periodo consigliato: dicembre-maggio

Da Bout du Col puntare agli evidenti due canali paralleli della Gran Guglia.
Dapprima in bosco per circa 300 m di dislivello quindi su ampi pendii per raggiungere la base dei canali. Da qui si può scegliere quale dei due salire o entrambi. Dall’uscita (con campana sulla sx), si raggiunge in breve il colletto della Gran Guglia, da dove, passando sul versante Ovest, è possibile raggiungere la croce di vetta.

By Gulliver.it


Meteo del giorno

Cielo coperto al mattino con progressivo miglioramento durante la mattinata fino a cielo completamente sereno nel pomeriggio

Venti deboli con locali rinforzi sulle creste

Innevamento discreto, nella media stagionale ma spazzato fortemente dal vento in quota, specialmente i pendii a ovest, nord ovest completamente puliti. Circa 20/30cm nei giorni scorsi di neve nuova ma in quota spazzati.

Pericolo valanghe: 1

Situazione neve in cm (versanti sud-nord) in discesa

– 1500m:      30-100    trasformata/polverosa

– 2000m:     70-150   dura/polverosa

– 2500m:     100-200   dura/polverosa

Situazione barica del giorno:


Gran Guglia Nordest 

Si elemosinano ormai pochi centimetri di neve per poter riuscire a fare una surfata decente, una nevicata di 20/30cm ha raggiunto la val Germanasca, anche se il vento come al solito ha fatto disastri. Porto Mirko e il  socio Stefano a fare un canalozzo della Gran Guglia, quello che mi manca: il nord est.

Partiamo attorno alle 7:30 da Giordano e ci facciamo il solito pezzo fino a bo du Col ravanando pure un po’ nel bosco prima di accedere alla piana, un grande classico. La neve all’ombra è polverosa e stranamente troviamo una traccia perfetta che ci agevola nella salita, la progressione è rapida e il bosco piacevole con temperature non rigide, la giornata non è perfetta a livello meteo: nuvole basse gravano un po’ sulla valle ma le previsioni danno un netto miglioramento e così sarà.

Finalmente arriviamo alla base del canale, c’è un nutrito gruppo di francesi che si muove in direzione della Ceresira, in cerca di… neve cartonata? i pendii a nord ovest sono completamente spazzati dal vento, valli a capire.. Il nostro canale invece sembra in buone cundi ma non sappiamo ancora se effettivamente il vento non abbia rovinato la neve anche qui, non ci resta che scoprirlo. 

Il conoide è alterno: neve morbida riportata dal vento si alterna a tratti di crostaccia, non bene, tuttavia muovendoci sempre più all’interno notiamo che la situazione migliora nettamente, la neve è sempre più bella e alle prime bastionate rocciose decido di mettere i ramponi. Seguendo gli ultimi tratti più duri raggiungo i ragazzi e inizio a battere traccia dritto per dritto. Finalmente polvere! ebbene si, qui la neve è eccellente, 20/30cm di farina kompressor su fondo duro e come un mulo mi metto a battere senza sprofondare troppo. 

Il canale nord est della gran Guglia non è dei più lunghi ma neanche così corto, impieghiamo oltre 1h a risalirlo e riusciamo ad arrivare al colle, bella li. Purtroppo dopo qualche tentativo di salire anche la cima desistiamo, le condizioni non sono buone, a sud ghiaccio ripido con pericolo di scivolamento, sulla cresta passaggi non semplici e con perdita di tempo, quindi decidiamo di passare direttamente alla discesa. Altri due skialp sfruttando la nostra traccia salgono ma per fortuna li abbiamo convinti a scendere l’altro canale che feci nel 2014. Poco male. Faccio foto e video con il drone e ci prepariamo. 

La discesa è una BOMBA, ben oltre le  aspettative, curve veloci e polverose, una neve perfetta: non troppo profonda non troppo compatta, libidine. In pochi attimi arrivo al fondo del canale con un sorriso a 32 denti. Bellissimo. Mi raggiungono i ragazzi stracontenti e proseguiamo su neve, che cercando la linea migliore, da ancora molte soddisfazioni. Decidiamo di scendere il canale basso che seppur un po’ tritato permette ancora belle curve su ottima neve fino a quando raggiungiamo il pianoro sopra bo du col. Da qui riprendiamo con una breve salita la strada per Giordano, tagliando dal bosco. Gradevole. Arrivare all’auto è nel complesso veloce, aiutandosi con le bacchette sulla pista di fondo. 

Direi un ottimo canale oggi, meglio del previsto!! 

 

photo-2020-01-26-14-04-53
i just want to love you poem
DSCF8085

DSCF8086

DSCF8087

DSCF8088

DSCF8089

DSCF8090

DSCF8098

DSCF8099

DSCF8103-Pano-2

DSCF8117

DSCF8125

DSCF8134

DSCN3193

DSCN3200

DSCN3206

DSCN3207

DSCN3208

DSCN3217

DSCN3224

DSCN3226

DSCN3227

DSCN3233

DSCN3248

DSCN3252

DSCN3258

DSCN3266

DSCN3267

DSCN3280

DSCN3285

DSCN3289

DSCN3298


share images

Leave A Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *